Earth day, Giornata della terra Freepik Foto: Freepik
Eventi

Tutti insieme, per l’Earth Day. Il 22 aprile e non solo

Come ogni anno tornano le celebrazioni per la Giornata della Terra, la ricorrenza delle Nazioni Unite nata nel 1970. Circa un miliardo di persone coinvolte in oltre 200 paesi. Italia compresa

 

Foto: Freepik

Valentina Gentile 20 Aprile 2024

Come ogni anno il 22 aprile milioni di persone in tutto il mondo si riuniscono in occasione dell’Earth day, la Giornata della Terra, per celebrare il Pianeta e la sua salvaguardia. La ricorrenza delle Nazioni Unite è stata ideata nel 1970 da Gaylord Nelson, senatore e ambientalista americano, insieme a Denis Hayes, uno studente laureato all’Università di Harvard.

Leggi anche:  Nati sotto il segno della Terra

Entrambi erano preoccupati per i danni ambientali negli Stati Uniti, come quello causato da una grande fuoriuscita di petrolio nel 1969 a Santa Barbara, in California. Nacque così la ricorrenza, pensata come un modo per coinvolgere le persone e spingere le questioni ambientali nell’agenda internazionale.

 

Un'immagine storica dell'Earth Day nel 1970

Foto: Earthday.org

Mobilitazione globale

La prima Giornata della Terra, nel 1970, vide oltre venti milioni di persone scendere in piazza negli Usa. La ricorrenza divenne evento globale nel 1990 e, secondo gli organizzatori, ora coinvolge oltre un miliardo di persone di tutte le età in quasi 200 paesi. Non a caso la nostra rivista, Terraneamagazine, ha scelto proprio questa data, lo scorso anno, per avviare le proprie pubblicazioni. E ancora oggi, come dice Kathleen Rogers, presidente della rete internazionale, l’Earth Day rappresenta un importante momento di aggregazione globale:

 

Kathleen Rogers, presidente di Earthday.org, Giornata della Terra

Foto: EarthDay.org

«Celebrare la Giornata della Terra è spesso la prima azione ambientale per molte persone».

Planet vs. Plastics

L’edizione 2024, intitolata “Planet vs. Plastics”, mira ad aumentare la consapevolezza sui danni dell’inquinamento plastico per la salute umana e planetaria. Gli eventi precedenti hanno trattato una serie di questioni ambientali, dal cambiamento climatico all’energia pulita, dalla protezione della biodiversità ai benefici della piantumazione di alberi.

 

Leggi anche:  Parte Gaia Blu, la nave del Cnr per salvare i nostri fondali profondi

 

Il focus di quest’anno precede lo storico trattato delle Nazioni Unite sulla plastica, che dovrebbe essere approvato entro la fine del 2024: più di 50 paesi hanno chiesto di porre fine all’inquinamento da plastica entro il 2040, ma gli organizzatori dell’Earth Day vogliono andare oltre e chiedono di ridurne del 60% la produzione entro il 2040. Motivo per cui hanno suggerito che le persone potrebbero offrirsi delle azioni di pulizia volontaria diffondendo una mappa con tutte le aree dove è possibile partecipare.

 

Rappresentazione grafica sull'inquinamento da plastica

Fonte: Earthday.org

A Roma il Villaggio della Terra

Anche in Italia si celebra la Giornata della Terra. A Roma, come ogni anno dal 2016, la Terrazza del Pincio, il Galoppatoio e la Casa del Cinema di Villa Borghese diventano “green” e ospitano, fino a domenica 21, più di 600 eventi e attività gratuite per il pubblico di ogni età, nell’ambito del Villaggio della Terra organizzato dal Movimento dei focolari. Lunedì 22 invece, nell’auditorium della Nuvola di Fuksas, sempre a Roma, si terrà #OnePeopleOnePlanet: una maratona multimediale di sedici ore live in diretta su RaiPlay dalle 8.00 del mattino alle 24.00. Lo slogan di questa edizione è “Torna a battere il cuore per la Terra!” e prevede anche la partecipazione di Luca Barbarossa con la sua social band ed altri artisti per il Concerto per la Terra, con la serata musicale dedicata a “Pace e ambiente”.

 

Il Villaggio della Terra, a Roma

Foto: Earth Day Italia

E nel resto d’Italia…

Molti anche gli appuntamenti nel resto d’Italia, che si protraggono durante il resto della settimana:

  • Domenica 21 il Wwf organizza per l’occasione una passeggiata a Brecciaio (Sant’Eusanio del Sangro, Chieti), lungo i sentieri dell’Oasi e presso il Giardino del Mediterraneo, e a seguire laboratorio per realizzare delle cialde di terra per la semina.
  • Lunedì 22 aprile, al Piccolo Teatro Strehler di Milano, si terrà un evento sul tema dell’inquinamento su iniziativa dei sindaci di Milano, Bologna, Torino, Venezia e Treviso. All’incontro parteciperà anche Enrico Giovannini, direttore scientifico dell’ASviS.
  • A Bologna, sempre il 22, Forum disuguaglianze e diversità, Caritas italiana e Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro (Conferenza episcopale italiana) organizzano un convegno sulla transizione ecologica giusta.
  • Martedì 23, a Perugia, l’Università e degli Studi e il Centro studi americanistici ospitano lo scrittore peruviano Sergio Bambarén (ore 17.00 – 19.00), autore di diversi best-seller internazionali, per un incontro pubblico sul tema degli oceani e della biodiversità marina.
Leggi anche:  Sergio Bambarén: «Una notte nell'oceano. Aspettando l'Earth Day»
  • Fino al 25 aprile si svolgerà la decima edizione di Earth Day Cefalù, promossa dal Comune di Cefalù con il patrocinio di Earth Day Italia, per un lungo weekend all’insegna della natura, dello sport, dell’arte, dello svago e dell’intrattenimento per i più piccoli.
  • Fino al 29 aprile infine a Torino l’Earth day si integra con la Planet Week che il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica organizza insieme a “Connect4Climate”, il programma di comunicazione della Banca Mondiale sui cambiamenti climatici. In calendario oltre sessanta eventi fra concerti, workshop, talk, laboratori, proiezioni, convegni e attività immersive che anticipa il “G7 Clima, Energia e Ambiente” previsto, dal 28 al 30 aprile, presso la Reggia di Venaria.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🌍#OnePeopleOnePlanet (@earthdayitalia)

Condividi questo articolo: