La pianista Sade Mangiaciarina (Foto: Time in Jazz) La pianista Sade Mangiaciarina (Foto: Time in Jazz)
Eventi

Jazz e paesaggio, le magiche notti di Berchidda

Nel Lugodoro, in Sardegna, dall’8 al 16 agosto la manifestazione Time in jazz diretta dal musicista Paolo Fresu crea atmosfere suggestive insieme ad artisti internazionali, a stretto contatto con la comunità locale

Alice Scialoja 23 Luglio 2023

Musica e territorio si uniscono virtuosamente a Berchidda (Ss) e dintorni, nel nord della Sardegna, dall’8 al 16 agosto, con Time in Jazz, il festival diretto da Paolo Fresu. Il titolo dell’edizione 2023, preso in prestito dall’omonima canzone di Lucio Dalla, è Futura e punta ad abbracciare idealmente diverse età. Il festival è nato più di trent’anni fa per volontà del musicista e di un piccolo gruppo di amici, come racconta l’artista:

 

Paolo Fresu

Foto: Time in jazz

«Abbiamo creduto nell’impossibile che diviene possibile: che potesse, cioè, nascere un festival di jazz in un piccolo paese del Logudoro, di sole tremila anime, lontanissimo dalle centralità culturali dell’Italia e del vasto mondo»

Locale e globale

Nel suo cammino, l’appuntamento è cresciuto e ha saputo strutturarsi portando avanti il suo obiettivo principale: diffondere la cultura musicale in accordo con la crescita del territorio, la cittadinanza attiva e la comunità. Da anni musiciste e musicisti di tutto il mondo si ritrovano nell’estate sarda a improvvisare, suonare, cantare, condividere spazi, tempo, emozioni: il locale si proietta nel globale, senza perderne l’identità, ma piuttosto valorizzandone le peculiarità. Negli ultimi anni, in linea con questo spirito, si sono aggiunte attività che abbracciano i vari ambiti della cultura e della sperimentazione: live prima e dopo il concerto serale del palco centrale a Berchidda, con contaminazioni di diversi generi musicali, presentazioni di libri per gli appassionati di letteratura, musica, arte, scienza. E ancora attività laboratoriali per le famiglie, sia al mattino che al pomeriggio, degustazioni enogastronomiche per la valorizzazione dei prodotti locali, proiezioni cinematografiche legate alla musica, mostre fotografiche e d’arte contemporanea.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Time In Jazz (@timeinjazz)

Il programma

Il cuore del festival è il palco centrale a Berchidda, ma nuove location si aggiungono al programma a ogni edizione, coinvolgendo i comuni limitrofi: Arzachena, Banari, Bortigiadas, Buddusò, Budoni, Cheremule, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Mores, Oschiri, Porto Rotondo, Puntaldia, San Teodoro, Tempio Pausania e Tula. Spetterà a Tullio De Piscopo il compito di aprire la nove giorni di musica. Tra i molti protagonisti, Malika Ayane (tutto esaurito), Eivind Aarset, Guano Padano, Farafina, Dhafer Youssef, Roberto Ottaviano, Gianni Cazzola, Savana Funk con Willie Peyote, Colle der Fomento con Kaos & Dj Craim e La Batteria.

Per saperne di più

 

Leggi anche:  L'estate al ritmo giusto. Dieci eventi fra cultura, sapori ed agroecologia
Condividi questo articolo: